La seduzione del punto vendita

L’immagine esteriore di un negozio dovrebbe essere concepita come un’esortazione irresistibile, la risoluzione del “cadere in tentazione”, tentazione che si risolve varcando l’entrata del negozio: niente è reso meglio dalla celebre frase “L’unico modo per resistere alle tentazioni, è cedervi“. Questa è esattamente la missione (implicita) di un punto vendita: scintillare lungo la strada del consumatore per farsi notare, invitarlo ad entrare all’interno del punto vendita e ad unirsi alla filosofia del brand. Indubbiamente, il punto vendita deve rappresentare i valori cardine della marca, una sorta di biglietto da visita con il quale farsi un pò di “auto-pubblicità”.
In tal modo, negozi e mondo pubblicitario possono essere associati per un utilizzo analogo di strategie per promuovere prodotti, valori del brand, ecc.  In termini generali, i negozi dovrebbero rappresentare la vera anima del brand stesso, e tutto ciò con il quale è connesso. Naturalmente niente è lasciato al caso.

Esistono dei prestigiosi brand davvero abili nel promuovere la loro esclusività, come le celebri firme Burberry o Louis copertina 2 la seduzione del punto venditaVuitton, che proclamano la loro influenza con ambiziosi punti  vendita.

Tuttavia,  è fondamentale sottolineare come questo genere di brand,  o meglio di luxury brand, utilizzano una strategia molto diversa da quella di negozi ben più “ordinari” (ovvero low-cost,), come già suggerisce la scelta e il posizionamento dello store. Inoltre, non è aspirazione di simili punti vendita avere un’ampia presenza, ma esattamente il contrario, ben personificando il detto “less is better” (meno è meglio), nello sforzo di preservare l’esclusività del brand.
.

Di conseguenza, Bernard Arnault, capo esecutivo del marchio Vuitton, ha affermato che per il momento, il brand non aprirà ulteriori punti vendita per evitare un declino in prestigio, ma al contrario verranno valorizzati i negozi già esistenti, in modo da renderli un’esperienza unica.

In casa Vuitton, l’esclusività si riflette anche attraverso l’arredamento interno, adattandosi perfettamente con la filosofia del brand : la leggendaria griffe Louis Vuitton eccelle in splendore. Il marchio, confermato come il top tra i brand di lusso,  “nutre” i suoi clienti attraverso prestigiosi arredamenti accuratamente selezionati, pezzi d’arte, aree vip con accesso riservato tramite invito, e molto altro ancora.

Lontano dall’essere un mero espediente di promozione pubblicitaria, è cosi che avanguardia e innovazione vengono messi a punto attraverso la vetrina, seducente espressione della marca. In questo caso specifico, Vuitton utilizza la vetrina come una sorta di “fiore all’occhiello”, in cui il singolo prodotto è magistralmente valorizzato nella vetrina dello store.

old-drawing-gaston-vuitton vuitton-window

La vetrina dello store è espressione del brand stesso, una sorta di “fiore all’occhiello”.  Qui una riproduzione della vetrina ispirata da un disegno realizzato da Gaston Louis Vuitton nel 1928.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...